Uovo centenario: esterno scuro, interno squisito

“Piatto preparato al buio” è un’espressione della lingua cinese che si utilizza riferendosi ad una pietanza poco appetitosa.

Molte persone utilizzano questa perifrasi per identificare il pidàn (uovo centenario), per via del suo esterno scuro. Tuttavia, io la penso diversamente, poiché ritengo che sia una prelibatezza mai vista. Il pidàn, conosciuto come “uovo conservato”, “uovo centenario” (o dei cent’anni) o “uovo alcalino”, considerato il processo chimico di realizzazione, è realizzato con uova di anatra o di gallina.

Questa pietanza è comparsa per la prima volta durante la dinastia Ming. In quel tempo, l’anatra di un contadino depose le uova in una pozza di calce della casa. Vennero ritrovate solo due mesi dopo, furono aperte e assaggiate, rivelando così un sapore molto particolare.In Europa non esistono, e le persone ritengono che siano rimaste per molto tempo in dispensa e per questo hanno assunto il colore nero.

La lingua inglese le definisce pertanto “century egg”, “hundred-year egg” o “thousand-year egg” (uova secolari, centenarie o millenarie), termini che al giorno d’oggi sono sempre più diffusi. Un’altra traduzione accettata a livello internazionale è anche “preserved egg” (uova conservato).

Tutte le volte che non ho voglia di cucinare, prendo del tofu fresco, apro un pidàn e mangio tutto insieme, aggiungendo dell’olio di sesamo e condimenti a piacere. E così creo un piatto veloce e nutriente.

E voi, avete mai assaggiato il pidàn? Io le faccio spesso per i miei amici italiani. Per loro è molto difficile farsi piacere queste uova dal gusto particolare, ma non demordo. Le preparerò altre volte, sperando che si abituino al loro sapore.

发表评论

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com 徽标

您正在使用您的 WordPress.com 账号评论。 登出 /  更改 )

Google photo

您正在使用您的 Google 账号评论。 登出 /  更改 )

Twitter picture

您正在使用您的 Twitter 账号评论。 登出 /  更改 )

Facebook photo

您正在使用您的 Facebook 账号评论。 登出 /  更改 )

Connecting to %s